Ritratti: i grandi innovatori del passato

The | Edge omaggia le storie di grandiosi personaggi storici, uomini e donne del passato, pionieri e pioniere dell’innovazione, che attraverso la diffusione del loro sapere e delle loro scoperte in ambito scientifico e tecnologico, hanno contribuito a rivoluzionare l’umanità.

Apprendimento e Intelligenza Artificiale: impiantare la conoscenza

La conoscenza è un obiettivo costante della nostra specie, che continua a evolversi grazie alla curiosità di sapere di più riguardo ciò che la circonda. Ma il futuro dell’apprendimento sta per conoscere una svolta?

L’apprendimento oggi

Per conoscere oggigiorno è necessario studiare. L’apprendimento del bagaglio culturale di base di uno studente medio richiede circa dieci anni di studio, svolto durante gli anni di scuola obbligatori. In questi anni, la mente dello studente è portata a crescere attraverso una moltitudine di stimoli sociali e culturali, che lo aiuterà a consolidarsi come essere umano e strutturarsi per affrontare la vita da adulto. Eppure, in un futuro che sembra essere dominato dall’intelligenza artificiale, l’apprendimento potrebbe essere istantaneo.

Un nuovo paradigma nell’Apprendimento

L’intelligenza artificiale è destinata a rivoluzionare il modo in cui apprendiamo e memorizziamo le informazioni. Secondo Nikolas Kairinos, un autorevole esperto di IA e CEO di Fountech.ai, entro 20 anni potremmo essere in grado di inserire impianti che ci permetteranno di accedere istantaneamente a qualsiasi informazione (leggi il nostro articolo su Lepht Anonym, biohacker). Questa possibilità ha il potenziale per trasformare radicalmente il sistema educativo e l’intero processo di apprendimento. Questa tecnologia probabilmente non potrà mai sostituire l’acquisizione graduale di un pensiero critico dello studente, ma potrebbe non essere più necessario imparare a memoria dei concetti essenziali, come spesso avviene nelle scuole tradizionali. Gli individui potranno semplicemente porre una domanda alla loro mente potenziata e ottenere immediatamente la risposta, grazie all’intelligenza artificiale. Questo porterà a una maggiore efficienza nell’apprendimento e libererà tempo ed energie per attività creative e analitiche.

Il potenziale dell’intelligenza artificiale nel quotidiano

Secondo Kairinos, i progressi dell’intelligenza artificiale nei prossimi cinque anni supereranno quelli degli ultimi cinquant’anni. Questo significa che la nostra vita quotidiana subirà trasformazioni epocali grazie all’integrazione di nuovi strumenti tecnologici. Secondo l’esperto, l’obiettivo principale dell’intelligenza artificiale è quello di migliorare la qualità della vita delle persone su scala globale, promettendo di risolvere problemi complessi, migliorare l’efficienza e promuovere l’innovazione. Con l’introduzione di impianti nel nostro corpo, l’umanità potrà essere in grado di superare limiti cognitivi e accedere a un vasto universo di conoscenza. Il risultato potrebbe essere la crescita personale e il progresso della società nel suo complesso.

Un futuro migliore con gli impianti di intelligenza artificiale?

La prospettiva di avere impianti interattivi nei cervelli umani, apre scenari affascinanti e rivoluzionari per il futuro dell’apprendimento e della conoscenza. L’idea di non dover più memorizzare informazioni e accedervi istantaneamente, cambierebbe completamente il nostro approccio all’educazione e alla ricerca. Tuttavia, quali saranno le conseguenze dirette sul nostro corpo? E sulle nostre capacità cognitive? Considerare anche le criticità legate all’unione uomo-macchina sarà centrale, per poter moderare i cambiamenti e mantenere il controllo su di essi (leggi il nostro articolo sulle criticità legate a ChatGPT e privacy). Mentre attendiamo i progressi futuri, l’UE si appresta a firmare la prima normativa mondiale sull’intelligenza artificiale. Quale sarà il prossimo passo?

A presto con nuovi articoli!

Potrebbero interessarti anche:

Condividi Articolo

Nel blu, dipinto di blu

Il turismo spaziale non è più un sogno irraggiungibile, diventerà fenomeno di massa e faremo i pendolari fra le stelle? A spasso fra le stelle,

La forza del pensiero

L’evoluzione dell’AI in sofisticate reti neurali danno una speranza a miliardi di malati. Ma restano i nodi per l’etica, la privacy e l’aspetto sociale Muovere