Ritratti: i grandi innovatori del passato, presente e futuro.

The | Edge omaggia le storie di grandiosi personaggi, pionieri e pioniere dell’innovazione, che attraverso la diffusione del loro sapere e delle loro scoperte in ambito scientifico e tecnologico, hanno contribuito e contribuiranno a rivoluzionare l’umanità.

Sora di OpenAI: l’intelligenza artificiale che ha scioccato il mondo con i suoi video realistici

Immagina di poter trasformare in un video i tuoi pensieri e i tuoi sogni, tutto questo sta diventando realtà grazie a Sora, l’ultima invenzione di OpenAI, la casa madre di ChatGPT. Presentato lo scorso giovedì dall’azienda di San Francisco, il nuovo strumento utilizza l’intelligenza artificiale generativa per creare istantaneamente brevi video su comandi scritti.  

Cosa s’intende per intelligenza artificiale generativa? 
L’intelligenza artificiale generativa è un ramo dell’intelligenza artificiale che si occupa di creare contenuti originali. Questo ambito comprende diversi esempi, tra cui i chatbot come ChatGPT di OpenAI e generatori di immagini come DALL-E e Midjourney. Ottenere un sistema di intelligenza artificiale per generare video è più nuovo e più impegnativo, ma si basa su alcune delle stesse tecnologie. 

Le principali caratteristiche di Sora 
Sora può generare video molto aderenti alla realtà, questa capacità è data dall’utilizzo di algoritmi di intelligenza artificiale avanzati, in grado di interpretare le indicazioni degli utenti in modo preciso e personalizzato. Lo strumento ha a disposizione una vasta libreria di risorse, comprese immagini di varie dimensioni e proporzioni, clip audio e modelli grafici, che possono essere facilmente integrate nei video. Grazie alla sua funzionalità di editing automatico, Sora gestisce tutte le fasi di editing, compresi tagli, transizioni ed effetti speciali, senza richiedere competenze specifiche o tecniche.  

I rischi per un uso distorto di Sora e l’allarme del fondatore di OpenAI 
Attualmente Sora non è ancora disponibile al pubblico, nemmeno nella sua versione di prova, questo perché la società OpenAI sta adottando importanti misure di sicurezza per evitare che di questo strumento ne possa essere fatto un uso fuorviante capace di mettere in pericolo la privacy degli individui. Tra i maggiori rischi ci sono la produzione di video deepfake, la disinformazione (in grado di alimentare le tensioni internazionali e manipolare le numerose campagne elettorali del 2024) e soprattutto la pornografia, con la produzione di materiali non consensuali. Sam Altman, fondatore di OpenAI afferma di “non dormire la notte”, per le possibili implicazioni negative dell’intelligenza artificiale, tra cui la sua ultima invenzione Sora. 

Il piano di OpenAI 
La società americana, a margine della presentazione di Sora, ha dichiarato di stare lavorando con un team di esperti nel campo della disinformazione, politici, educatori ed artisti per “comprendere le preoccupazioni e identificare casi d’uso positivi e innovativi per questa tecnologia” anche se, tengono a ribadirlo “Non è ancora possibile prevedere tutti i modi positivi in cui le persone utilizzeranno la nostra tecnologia, né come ne abuseranno”.  

Condividi Articolo

Herbert Boyer, il padre degli OGM

Herbert Wayne Boyer (Derry, 10 luglio 1936)  Herbert Wayne Boyer, anche detto “Herb” è entrato nella storia della scienza come “padre” degli organismi geneticamente modificati