-

Singapore: il primo aeroporto con autenticazione biometrica

La tecnologia dell'aeroporto adotta l'autenticazione biometrica

Stanchi della lentezza dei sistemi di sicurezza aeroportuali? La biometria potrebbe aiutare a velocizzarli.

La rivoluzione digitale e il sistema di viaggio

La digitalizzazione è ovunque. Pochi supporti non sono stati svuotati per rendere il contenuto digitale, e pochi sistemi non si sono velocizzati proprio grazie alla rivoluzione tecnologica degli ultimi decenni. Eppure, viaggiare, specialmente a seguito degli eventi del 2001, continua a presentare degli ostacoli. Siamo vicini a una svolta? A quanto pare, gli aeroporti stanno considerando nuove misure per velocizzare le operazioni.

Singapore-Changi si prepara a rivoluzionare i viaggi aerei con l’autenticazione biometrica

L’aeroporto di Singapore-Changi sta per compiere un incredibile passo avanti nell’evoluzione dell’esperienza di viaggio aereo (leggi il nostro articolo sul passaporto biometrico). Il ministro delle Comunicazioni, Josephine Teo, ha annunciato che presto non sarà più necessario mostrare il passaporto ai punti di controllo dell’aeroporto. Questa innovazione è basata sull’utilizzo dei dati biometrici e del riconoscimento facciale per consentire ai passeggeri di attraversare il terminal senza dover estrarre documenti di viaggio fisici. Ciò, non solo renderà i viaggi più comodi ma migliorerà anche l’efficienza dei processi aeroportuali.

Uno degli aeroporti più importanti del mondo

Non è un caso che sia stato proprio l’aeroporto di Singapore-Changi a passare all’autenticazione biometrica: infatti è noto sia uno dei più trafficati al mondo, servendo oltre 100 compagnie aeree e collegando 400 città in circa 100 Paesi. Durante il mese di giugno, l’aeroporto ha gestito oltre 5 milioni di movimenti di passeggeri, superando i livelli precedenti alla pandemia. Per far fronte a questo crescente numero di viaggiatori, l’organizzazione sta pianificando di espandere l’area aggiungendo un quinto terminal. Con un flusso così imponente, velocizzare le operazioni è fondamentale: passeggeri non dovranno più attendere in lunghe code per mostrare i propri documenti di viaggio ai funzionari dell’aeroporto. Inoltre, non sarà più necessario portare con sé documenti importanti come il passaporto, riducendo così il rischio di smarrimento o furto.

Come funziona il sistema di autorizzazione biometrica a Singapore-Changi

Ma come funziona questo nuovo sistema? Il cuore dell’innovazione è un “token unico di autenticazione” basato sui dati biometrici dei passeggeri. Questo token verrà creato per ogni viaggiatore e sostituirà i documenti di viaggio tradizionali come il passaporto e la carta d’imbarco. Ciò consentirà ai passeggeri di utilizzare il riconoscimento facciale per passare attraverso i vari punti di controllo dell’aeroporto, dal deposito bagagli all’immigrazione e all’imbarco. L’uso dei dati biometrici garantirà che solo i passeggeri autorizzati possano accedere a queste aree, aumentando così la sicurezza dell’aeroporto. Il flusso di passeggeri sarà quindi più gestibile, consentendo di tornare presto ai livelli pre-pandemici di traffico aereo e volume di passeggeri. Mentre alcuni Paesi potrebbero continuare a richiedere documenti di viaggio fisici come il passaporto, i passeggeri provenienti da Paesi che partecipano a questo sistema di autorizzazione biometrica potranno beneficiare di un’esperienza di viaggio più rapida e senza intoppi. Con l’obiettivo di gestire in modo fluido il crescente numero di viaggiatori, Singapore-Changi si sta preparando a diventare un modello per gli aeroporti di tutto il mondo, dimostrando come la tecnologia biometrica possa migliorare l’efficienza e la sicurezza nei viaggi aerei.

A presto con nuovi aggiornamenti!

Potrebbero interessarti anche:

Condividi Articolo

I grandi innovatori del passato: Vera Rubin

Ritratti: i grandi innovatori del passato The | Edge omaggia le storie di grandiosi personaggi storici, uomini e donne del passato, pionieri e pioniere dell’innovazione,