Ritratti: i grandi innovatori del passato

The | Edge omaggia le storie di grandiosi personaggi storici, uomini e donne del passato, pionieri e pioniere dell’innovazione, che attraverso la diffusione del loro sapere e delle loro scoperte in ambito scientifico e tecnologico, hanno contribuito a rivoluzionare l’umanità.

Il caso Emily Pellegrini: la modella mai esistita che ha ingannato il globo

Emily Pellegrini, la modella prodotto dell'AI

Può un avatar interamente creato dall’intelligenza artificiale far innamorare migliaia di persone? Emily Pellegrini non esiste, eppure molti dei suoi followers credono sia reale.

Distinguere illusione e realtà

Negli ultimi due anni l’intelligenza artificiale si è evoluta esponenzialmente, dando prova di essere solo all’inizio dell’espressione del suo potenziale. Le sue prime riproduzioni di immagini e fotografie avevano già fatto scalpore, soprattutto nel settore artistico dove illustratori e fumettisti avevano lamentato la non curanza con la quale l’AI trattasse il copyright. Ma quando è scattato il pericolo che l’AI riuscisse a ricreare immagini tanto verosimili da risultare impossibile distinguerle dalla realtà? Nel vasto universo di Instagram, Emily Pellegrini emerge come un’icona di bellezza, catturando l’attenzione di ben 149mila followers. Tuttavia, c’è un’inaspettata verità dietro questa presunta modella: Emily Pellegrini non è mai esistita nella realtà. Il suo profilo, condiviso su Instagram, è un prodotto sofisticato dell’intelligenza artificiale. Un utente ha sfruttato la potenza di ChatGPT per creare un personaggio che ha conquistato il cuore e l’attenzione di migliaia di utenti online.

La creazione di Emily Pellegrini: un esperimento con ChatGPT

La mente dietro Emily Pellegrini ha svelato il processo di creazione della modella. Inizialmente, è stato sufficiente chiedere a ChatGPT di definire la “ragazza dei sogni dell’uomo medio”. Dai dettagli forniti dal bot, combinati con l’obiettivo di rendere il personaggio simpatico e attraente, è nata Emily Pellegrini, modella americana di origini italiane, grande appassionata di viaggi e musica. L’intenzione era mantenere un’apparenza il più possibile realistica, dimostrando quanto sia facile, grazie all’AI, creare un personaggio virtuale che si adatti perfettamente alle aspettative sociali.

L’intero globo in trappola: star internazionali cadono nell’inganno

L’esperimento Emily Pellegrini va ben oltre la sua creazione. Infatti, dopo qualche post sul suo profilo, la giovane donna è stata aggiunta da star internazionali; tra cui calciatori, miliardari, combattenti di MMA e tennisti. In molti hanno contattato la modella attraverso messaggi diretti su Instagram, credendo fermamente che fosse una persona reale (leggi il nostro articolo su Zaira, prim* influencer avatar italiana nel Metaverso). Inviti a cena in città di lusso, voli in aereo e appuntamenti extra lusso sono stati organizzati nel tentativo di incontrare Emily di persona. Una conversazione privata particolarmente rivelatrice coinvolge un calciatore tedesco, presumibilmente amico stretto di Cristiano Ronaldo. La creatrice e social media manager di Emily è rimasta sbalordita nel constatare che figure così illustri potessero cadere nell’inganno. La chat, resa pubblica dal Daily Mail, mostra il calciatore tedesco che insiste per ottenere il numero di telefono di Emily, nonostante lei affermi di utilizzare solo Instagram e Onlyfans.

Fiducia nel digitale e riflessioni in merito

Questo curioso episodio suscita riflessioni profonde sulla fiducia nei social media, indicando che con la crescente diffusione dell’intelligenza artificiale, le interazioni online diventano sempre più difficili da verificare. In un mondo in cui l’illusione può essere così convincente, è essenziale sviluppare una consapevolezza critica per navigare nel labirinto digitale che continua a evolversi.

A presto con nuovi articoli!

Potrebbero interessarti anche:

Condividi Articolo