Ritratti: i grandi innovatori del passato, presente e futuro.

The | Edge omaggia le storie di grandiosi personaggi, pionieri e pioniere dell’innovazione, che attraverso la diffusione del loro sapere e delle loro scoperte in ambito scientifico e tecnologico, hanno contribuito e contribuiranno a rivoluzionare l’umanità.

Text with Jesus: l’app che ti permette di parlare con figure sacre

Possiamo chattare con Gesù?

Parlare con il nostro Dio è possibile? Anche se la risposta è no, un’app ci permette comunque di vivere di questa esperienza. Scopriamo la divertente e istruttiva Text with Jesus.

Oltre l’app come la intendiamo oggi

Esistono limiti a ciò che possiamo immaginare grazie all’intelligenza artificiale? La tecnologia moderna avanza e ha portato con sé una serie di sviluppi sorprendenti, non mancando di tirar fuori idee a dir poco bizzare. Una di queste, alquanto sorprendente, contempla l’uso dell’intelligenza artificiale per comunicare con figure religiose. Per secoli l’uomo ha tentato di comunicare con le proprie figure religiose di riferimento, senza ottenere una risposta testuale. Perché, dunque, non avere la possibilità concreta di avere un vero e proprio interlocutore? Con l’app “Text with Jesus,” sviluppata da Catloaf Software a Los Angeles, gli utenti possono ora chattare con personaggi biblici come Gesù e molti altri.

L’intelligenza artificiale rende il divino a portata di mano

L’app “Text with Jesus” sfrutta l’intelligenza artificiale per permettere agli utenti di porre domande e ricevere risposte personalizzate dai personaggi biblici. Questa singolare piattaforma di messaggistica istantanea si basa sull’AI di ChatGPT, e il suo scopo è quello di offrire un’esperienza unica ai suoi utenti credenti (leggi il nostro articolo sulla prima AGI della storia). Stéphane Peter, sviluppatore dell’app e CEO di Catloaf Software, spiega il processo dietro l’originale app: “Muoviamo l’AI e le diciamo: tu sei Gesù, o sei Mosè, o chiunque altro, e sapendo cosa hai già nel tuo database, rispondi alle domande in base alle caratteristiche del tuo personaggio.” Questo significa che l’app è in grado di rispondere alle domande degli utenti in modo coerente con la personalità e il background scelti.

Una varietà di personaggi biblici accessibili

Text with Jesus offre una vasta gamma di chat tra cui scegliere, oltre Gesù sono infatti presenti gli apostoli, i profeti, Rut, Giobbe e persino il nipote di Abramo, Lot. Gli utenti possono porre domande e avere conversazioni interattive con questi personaggi, aprendo così nuove opportunità per esplorare il Nuovo e il Vecchio Testamento (scopri il nostro articolo sui monaci cyborg). L’app è gratuita, ma alcune figure, come Maria Maddalena, sono accessibili solo nella versione premium, che richiede un abbonamento mensile di $2,99. L’app offre anche un’opzione insolita: “Chatta con Satana,” che può essere attivato solo se l’utente lo desidera. Il personaggio firma tutti i suoi testi con un’emoji “faccia sorridente con le corna,” aggiungendo un tocco di umorismo nero al servizio.

La tradizione biblica e le reazioni del pubblico

Peter ha spiegato che non ha lavorato con alcun consulente teologico durante lo sviluppo di questa applicazione, ma ha addestrato l’AI a “cercare di attenersi alla tradizione biblica il più duramente possibile.” Questo significa che le risposte fornite dall’app sono basate sulla conoscenza tradizionale della Bibbia e dei personaggi religiosi. L’app “Text with Jesus” ha suscitato reazioni contrastanti dalla sua introduzione. Su Twitter, il lancio dell’app ha generato una vasta gamma di reazioni, dal divertimento all’accusa di blasfemia ed eresia. Mentre alcuni vedono l’app come un modo divertente per esplorare la fede e la storia religiosa, altri la considerano una mancanza di rispetto verso le figure sacre. Text with Jesus rappresenta un nuovo capitolo nell’interazione tra tecnologia e religione. Tuttavia, questa innovazione solleva importanti domande sulla fede, il rispetto religioso e l’etica nell’era digitale. Il dibattito su come questa tecnologia debba essere utilizzata e interpretata continuerà sicuramente a evolversi nel tempo.

A presto con nuovi articoli!

Potrebbero interessarti anche:

Condividi Articolo

Herbert Boyer, il padre degli OGM

Herbert Wayne Boyer (Derry, 10 luglio 1936)  Herbert Wayne Boyer, anche detto “Herb” è entrato nella storia della scienza come “padre” degli organismi geneticamente modificati