-

Droni a rilevamento visivo: un pericolo per la sicurezza biometrica

I droni a rilevamento visivo sono un pericolo per la sicurezza biometrica?

Durante il Covid-19, fu necessario trovare un modo per contenere e osservare gli assembramenti. Fu così che nacquero i droni a rilevamento visivo che, adesso, viaggiano non regolamentati spiando dall’alto.

I Droni e il loro potenziale

Ampiamente utilizzati nel settore cinematografico per le riprese panoramiche, i droni sono ormai alla portata di chiunque, sia per i prezzi accessibili che per i comandi pratici e intuitivi (leggi il nostro articolo su Spot, il robodog). Questi robot di dimensioni variabili possono facilmente raggiungere luoghi insidiosi e spiare indisturbati dinamiche private. Ma questi strumenti, potenzialmente rischiosi per la privacy, possono circolare liberamente?

Sicurezza biometrica e monitoraggio

Negli ultimi anni è stato necessario sviluppare dei sistemi di controllo delle masse, per evitare gli assembramenti che favorivano il contagio da Covid-19. Per questo, partendo dall’idea di un gruppo di ricercatori dell’Università di Incheon in Corea del Sud, sono stati realizzati speciali droni a rilevamento visivo. Questi, utilizzando algoritmi deep learning, sono stati poi impiegati in tutto il mondo per controllare le aree sovraffollate e far rispettare le regole di distanziamento sociale. Tuttavia, nonostante l’efficienza di questi sistemi, l’uso non controllato dei droni può rappresentare una minaccia per la sicurezza biometrica dei cittadini (dai un’occhiata al nostro articolo sulla sorveglianza biometrica durante le proteste). Infatti, analizzando lo spazio circostante in movimento, i robot sono in grado di raccogliere una vasta quantità di informazioni: tra cui le azioni quotidiane delle persone e i loro dati biometrici, utili anche per approfondire questioni personali come la salute dell’individuo e altre informazioni sensibili. La sicurezza biometrica, ormai fondamentale per chi vive nella società moderna, quindi può essere attaccata dalle molteplici innovazioni non regolamentate che nascono ogni giorno.

Droni, sicurezza biometrica e protocollo

Queste tecnologie hanno un impatto positivo, se declinate al fine di gestire i rischi associati alle folle, ma è necessario adottare protocolli che possano limitare il loro utilizzo. Inoltre, al fine di proteggere la sicurezza biometrica delle persone, i dati raccolti dovrebbero essere conservati solo per un periodo di tempo limitato. In futuro, si riuscirà a trovare un modo per controllare le nuove tecnologie?

A presto con nuovi articoli!

Potrebbero interessarti anche:

Condividi Articolo

I grandi innovatori del passato: Vera Rubin

Ritratti: i grandi innovatori del passato The | Edge omaggia le storie di grandiosi personaggi storici, uomini e donne del passato, pionieri e pioniere dell’innovazione,