Ritratti: i grandi innovatori del passato

The | Edge omaggia le storie di grandiosi personaggi storici, uomini e donne del passato, pionieri e pioniere dell’innovazione, che attraverso la diffusione del loro sapere e delle loro scoperte in ambito scientifico e tecnologico, hanno contribuito a rivoluzionare l’umanità.

Curve Finance: risarcimento per le vittime di hacking della piattaforma di finanza decentralizzata

Curve Finance reagisce a un attacco hacker

La finanza decentralizzata e gli attacchi hacker

Abbiamo spesso sentito parlare di blockchain e finanza decentralizzata. Ma di cosa si tratta esattamente? La finanza decentralizzata è un sistema finanziario con cui l’utente può fare prendere in prestito denaro, investire e scambiare soldi su internet senza l’intermediazione e l’infrastruttura di banche, compagnie assicurative e società finanziarie. La possibilità di poter gestire in autonomia, sganciati da terzi, ha allettato in tanti, avviando un vero e proprio mercato autonomo ancora privo di una regolamentazione concreta. In questa nuova bolla, quali sono i rischi che si corrono? Ci sono stati attacchi hacker? È proprio il caso di Curve Finance, un noto protocollo di finanza decentralizzata (DeFi), ha preso una decisione rilevante per aiutare coloro che avevano subito perdite a luglio a causa di un attacco informatico da 61 milioni di dollari. Il 21 dicembre, il 94% dei partecipanti ha votato a favore di distribuire token del valore di oltre 49,2 milioni di dollari per coprire le perdite in alcuni pool di Curve, come CRV, JPEG’d, Alchemix e Metronome.

La gestione del risarcimento

Il rimborso destinato alle vittime dell’hacking sarà organizzato in modo dettagliato. Saranno distribuiti 7,2 milioni di dollari in Ethereum (ETH), recuperati dagli esperti di sicurezza noti come “whitehats”, e consegnati alla DAO. Inoltre, ci saranno 42 milioni di dollari in CRV per compensare le parti non recuperate (vested), insieme ad altri fondi recuperati dai whitehat e distribuiti prima del voto. Il calcolo delle perdite terrà conto delle criptovalute e dei token presenti nei pool prima dell’attacco, oltre alle mancate emissioni di token che sarebbero state distribuite agli utenti fornitori di liquidità nei mesi successivi (leggi il nostro articolo su Worldcoin). Secondo la proposta di Curve, sono stati calcolati 5919,2226 ETH da recuperare, insieme a 34.733.171,51 CRV. L’importo totale da distribuire è stato stabilito in 55.544.782,73 CRV. Questa iniziativa è stata presa in risposta a un incidente di sicurezza avvenuto il 30 luglio, che ha provocato preoccupazioni nell’ecosistema crypto e messo alla prova vari protocolli DeFi. A luglio, il valore totale bloccato (TVL) su Curve era di quasi 4 miliardi di dollari, coinvolgendo diverse pool, come alETH/ETH, pETH/ETH, msETH/ETH e CRV/ETH.

Un focus sulla falla nel sistema di Curve Finance

L’attacco ha sfruttato una debolezza nelle pool di stabilcoin che utilizzavano alcune versioni del linguaggio di programmazione Vyper, ampiamente utilizzato nei protocolli DeFi. Questo linguaggio è stato progettato per la Ethereum Virtual Machine. La vulnerabilità ha colpito le versioni 0.2.15, 0.2.16 e 0.3.0 di Vyper, rendendole vulnerabili agli attacchi di reentrancy e aprendo la strada all’exploit. Nonostante il caso porti a galla gli evidenti rischi del sistema decentralizzato, la trasparenza e l’organizzazione dettagliata del rimborso dimostrano l’impegno verso la tutela degli utenti e la robustezza del protocollo nell’affrontare le sfide emergenti.

A presto con nuovi aggiornamenti!

Potrebbero interessarti anche:

Condividi Articolo

Nel blu, dipinto di blu

Il turismo spaziale non è più un sogno irraggiungibile, diventerà fenomeno di massa e faremo i pendolari fra le stelle? A spasso fra le stelle,

La forza del pensiero

L’evoluzione dell’AI in sofisticate reti neurali danno una speranza a miliardi di malati. Ma restano i nodi per l’etica, la privacy e l’aspetto sociale Muovere